domenica, Maggio 22, 2022
25.9 C
Roma
spot_img
spot_img
HomeEVENTI E INIZIATIVEUn Paese ci vuole 2021, rigenerare i piccoli comuni del Lazio

Un Paese ci vuole 2021, rigenerare i piccoli comuni del Lazio

Dopo il successo delle due precedenti edizioni, la Regione Lazio ha approvato l’edizione 2021 dell’avviso pubblico Un Paese ci vuole, il bando dedicato ai piccoli centri urbani con lo scopo di investire sul loro patrimonio culturale, sociale, paesaggistico, storico-tradizionale ed enogastronomico

“Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”. Così scriveva Cesare Pavese nel 1950, nel primo capitolo de La luna e i falò che ricorda la storia di un rientro a casa.

Partendo da questa poetica citazione, ci piace sottolineare quanto sta facendo la Regione Lazio per dare nuova vita, nel rispetto delle tradizioni e della storia, ai piccoli comuni della regione. Parte così il bando 2021 Un Paese ci vuole con il quale i piccoli comuni del Lazio potranno presentare una propria proposta progettuale di rigenerazione urbana.  

Un bando dedicato ai piccoli centri con lo scopo di investire sul loro patrimonio culturale, sociale, paesaggistico, storico-tradizionale ed enogastronomico.

Le proposte progettuali potranno prevedere le seguenti tipologie di intervento:

Interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana (come ad esempio la sistemazione di spazi pubblici significativi per la comunità locale, il recupero di edifici, di aree verdi di pregio ambientale e paesaggistico, di beni culturali);

Realizzazione e/o riqualificazione di percorsi pedonali nel tessuto urbano e/o di collegamento tra i beni e i siti culturali e ambientali di maggior pregio;

Interventi di valorizzazione degli spazi urbani ed extra-urbani attraverso la realizzazione di opere e installazioni d’arte.

• In tutti i casi verranno privilegiate le proposte progettuali finalizzate allo sviluppo dell’aggregazione e della partecipazione sociale (attività culturali, laboratoriali, ricreative, artistiche, didattiche) e alla valorizzazione del tessuto economico-produttivo (attività alla valorizzazione del territorio, dei suoi prodotti, saperi, tradizioni e patrimonio) e che tengano conto delle tradizioni locali, del  patrimonio culturale immateriale e che coinvolgano attivamente la comunità e, in particolare, i più giovani.

Come sottolineato dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “I piccoli comuni del Lazio rappresentano un patrimonio imprescindibile di storia, tradizioni, paesaggi, produzioni d’eccellenza. La Regione ha scelto anche quest’anno di investire su questo bagaglio culturale e sociale con l’Avviso pubblico Un Paese ci vuole 2021: con un investimento di oltre 2,1 milioni di euro per il biennio 2022/2023, finanziamo progetti di riqualificazione urbana e di valorizzazione dei centri laziali con meno di 5.000 abitanti”.

“Con le due edizioni precedenti del bando, abbiamo finanziato già 248 progetti in ogni provincia del Lazio dando vita a una rete solida di piccole realtà che, con le loro risorse storiche e naturali e le idee di chi le vive, può portare a un rilancio reale e duraturo dell’intero territorio”, ha aggiunto il Presidente.

Ogni comune potrà ricevere fino a 40.000 euro a fondo perduto per ogni proposta progettuale che dovrà essere presentata entro le ore 16 del 15 settembre 2021 tramite PEC all’indirizzo piccolicomuni@regione.lazio.legalmail.it.

Abbiamo sempre affermato che i nostri Piccoli Comuni rappresentano dei veri e propri scrigni di biodiversità dove l’intreccio tra natura, cultura, storia e tradizioni, si esprime alla massima potenza, trovandone conferma ogni giorno. Questo nuovo bando ‘Un Paese ci vuole’, il terzo esclusivamente dedicato ai piccoli Comuni, sulla riqualificazione territoriale, concentrerà la propria attenzione nei confronti dei partecipanti che cureranno soprattutto questi temi e saranno i progetti particolarmente capaci di valorizzare questo intreccio, quelli che verranno premiati”. Ha sottolineato Cristiana Avenali, Responsabile Piccoli Comuni della Regione Lazio.

Ha aggiunto Avenali: “Il successo enorme di tutti gli altri bandi non ci fa temere sulla partecipazione, ma la sfida che stiamo giocando e che con la generosità e bravura dei Piccoli Comuni porta ogni giorno risultati esaltanti, è avere una qualità della progettualità sempre più alta con progetti sempre più replicabili ed in rete. La messa in rete, la cooperazione, rappresentano sicuramente chiavi di successo”.

Leggi anche

SINDACO PEDALA!, i primi cittadini si mettono in gioco per promuovere la ciclabilità

Isola del Liri, il borgo con la cascata nel centro città

ALTRI ARTICOLI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Ultimi Articoli