domenica, Maggio 22, 2022
25.9 C
Roma
spot_img
spot_img
HomeEVENTI E INIZIATIVESmart Walking, camminare lavorando (e scrivendo)

Smart Walking, camminare lavorando (e scrivendo)

Da Marzo a ottobre 2022, Davide Fiz, commerciale freelance, percorrerà 20 cammini per altrettante regioni Italiane dividendo le sue giornate tra trekking, lavoro e un'intensa attività di scrittura volta a raccontare il territorio italiano

Percorrere 20 Cammini in tutte le regioni d’Italia… lavorando. Un utilizzo dello smart-working che appare, forse, più interessante. Ossia quando la tecnologia e la connettività sono strumenti che offrono la possibilità di vivere una quotidianità, fatta di equilibrio, responsabilità, piacere. Senza per forza “mollare tutto”

È possibile integrare il lavoro con la passione di una vita? Smart Walking è un progetto di Davide Fiz, commerciale freelance, classe 1976, viaggiatore dal 1998 e smart worker da oltre 11 anni.

Da Marzo a ottobre 2022, percorrerà 20 cammini per altrettante regioni Italiane dividendo le sue giornate tra trekking, lavoro e un’intensa attività di scrittura volta a raccontare il territorio italiano.

Davide Fiz racconta uno stile di vita diverso, che si proporrebbe di essere in linea con ciò che desideriamo, bilanciando il tempo, relazioni, attività fisica con il lavoro. Già da 11 anni, Davide, lavora in modalità smart. Probabilmente è stato in Italia uno dei precursori, nonostante le evidenti criticità della rete di comunicazione e l’annosa diffidenza da parte dei manager nei confronti lavoro agile.

Smart Walking, non “mordi e fuggi”

Un modo di lavorare basato sulla progettualità. Per Davide è importante uscire dallo schema “mordi e fuggi” del mondo frenetico in cui viviamo quotidianamente. Camminare con lentezza non è come organizzare il trekking del fine settimana, ma è un modo di affrontare la vita.

Lavorando in autonomia, bisogna focalizzare bene gli obiettivi e i progetti da portare a termine. Una maggiore consapevolezza nell‘organizzazione del tempo, permette di averne più a disposizione per sé e le proprie passioni.

Se a tutto questo aggiungiamo l’organizzazione di un trekking di più tappe, si crea una ricetta perfetta tra impegno e passione, tra tempo libero e lavoro. Smart Walking è una fusione “work/life balance”, concreta e sempre più riconosciuta come elemento essenziale da raggiungere sia a livello individuale che collettivo.

“Smart Walking porterà me, il mio zaino e il mio pc sui cammini delle regioni italiane. La mattina si cammina, il pomeriggio si lavora. La settimana lavorativa sarà una settimana di cammino, che sia il cammino a battere il tempo e che il lavoro arrivi quando, e dove, si fermano i piedi.”

Cosi nasce il progetto Smart Walking

Dalle Alpi Apuane, a Santiago di Compostela, dall’Abruzzo al Kurdistan, Davide viaggia a piedi da più di 20 anni. Se prima la sua esperienza di camminatore era relegata al tempo libero, oggi la coesistenza di lavoro e passione è la sua quotidianità.

In un periodo difficile, la pandemia ha costretto milioni di persone e aziende a prendere atto che lo smart working è una scelta possibile (con qualche mia personale riserva). Un cambiamento epocale, accelerato dal Covid-19, affrontato sia a livello individuale, collettivo e organizzativo, che è ancora in atto e pone la società davanti a nuove sfide.

Non si tratta di una trasformazione momentanea della nostra comunità e del rapporto che ha con il lavoro, ma di un modus vivendi destinato a consolidarsi. Smart Walking è un progetto che prova a dare un contributo su “come” fare smart working, dando per consolidato che sul “se” farlo la strada è già tracciata.

Davide ha l’obiettivo di proporre l’idea moderna di lavoro fluido, oltre il dualismo degli estremi “solo passione” e “tutto lavoro”, grazie all’esperienza del cammino, che lo porterà a conoscere nuovi territori attraverso crêuze, tratturi, regie trazzere, vie, vecchie strade dismesse, sentieri. In questo senso, mi convinco anche io perché lo samrt walking diventà una modalità di lavoro all’aperto che è ben altra cosa che starsene iperconnessi davanti al pc, portando economia alle multinazionali informatiche e dissanguando le attività locali (vedi il semplice bar dove andare a prendere il caffé in ufficio) del territorio che perdono i lavoratori che rimangono a casa.

Un percorso di 2.500 Km lungo tutto lo stivale: 20 cammini da compiere in 8 mesi

Davide camminerà la mattina, con tappe di lunghezza media di 20Km e 4/5 ore di durata. Il progetto, per citare alcune tappe, partirà dal Sud Italia in marzo, dal Cammino Materano per poi spostarsi al Cammino del Salento e quello del Negro in Campania.

In Aprile, Davide andrà alla volta della Sardegna, poi Umbria, Lazio, Marche, Molise per proseguire in estate nel Nord Italia fino al Friuli. I mesi di settembre e ottobre saranno dedicati ai cammini, nuovamente a Sud, in Sicilia e Calabria.

”Racconterò dei posti, degli incontri, di cosa dicono i paesi che attraverso, quale sapore ha l’Italia, di come stanno i miei piedi e se mi vogliono ancora bene, delle strategie che metterò in pratica per far convivere – in equilibrio – la mia passione e il mio lavoro”.

Dedicherà il pomeriggio al suo lavoro di commerciale freelance da luoghi sempre diversi, dove sia possibile una connessione alla rete. Il suo “ufficio” itinerante sarà leggero ma al contempo completo di tutto ciò che serve, sia per camminare che per lavorare.

Un elogio alla lentezza

Smart Walking vuole essere un elogio alla lentezza, attraverso luoghi poco conosciuti alla scoperta di comunità minori fuori dal turismo di massa. L’intento di Davide, attraverso quello che racconterà nel suo blog durante il viaggio, è quello di provare a dimostrare che è possibile vivere, con armonia e felicità, senza sprechi, utilizzando in modo consapevole la tecnologia, funzionale allo scopo di migliorare il nostro tempo, non esserne schiavi, permettendoci di vivere le nostre passioni. E anche questa è un’ottima prospettiva.

Tra i partner di Smart Walking ci sarà anche WeWard (it.weward.fr) , l’app che ha dichiarato guerra alla sedentarietà e che sta spopolando in Italia. WeWard inviterà i propri utenti ad unirsi a Davide con iniziative create ad hoc, come ad esempio la pubblicazione dei luoghi più interessanti che si possono incontrare lungo i 2500km che Davide percorrerà.

L’obiettivo di WeWard, ma anche di Davide, è di mettere in movimento sempre più persone. Anche se nutro qualche perplessità sul “cammino col computer” e nei confronti di tutto quello che distoglie l’attenzione dall’immersione nei passi e nel paesaggio, secondo Yves Bechinol, CEO di WeWard, “In questo modo il pianeta starebbe meglio, la salute dei nostri utenti migliorerebbe notevolmente e anche l’economia locale ne trarrebbe giovamento”.

Davide Fiz racconterà periodicamente le sue giornate sul blog personale www.smartwalking.eu, su www.mountainblog.it mediapartner dell’iniziativa, con uno speciale a lui dedicato come experience blogger, sul suo profilo Instagram https://www.instagram.com/smartwalking_official/?hl=it e sulla pagina ufficiale di progetto su Linkedin https://www.linkedin.com/company/smart-walking.

Trailer video: https://www.linkedin.com/posts/smart-walking_smartwalkingproject-smartwalking-smartwalkinglife-activity-6897086721117212674-QZPJ

ALTRI ARTICOLI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Ultimi Articoli