domenica, Maggio 22, 2022
25.9 C
Roma
spot_img
spot_img
HomeNATURAClimatoterapia, rigenerarsi nella natura con il bagno nella foresta

Climatoterapia, rigenerarsi nella natura con il bagno nella foresta

Si chiama “Shinrin-yoku” che in giapponese vuol dire “trarre giovamento dalla foresta” o meglio dall’“immersione” nella foresta

La riscoperta della natura e soprattutto dei boschi, dopo un periodo di inevitabili limitazioni, ci porta a scoprire questa antica tecnica di rilassamento, proposta dall’Hotel Hanswirt di Rablà, piccolo e soleggiato paese all’imbocco della Val Venosta.

Il bagno nella foresta o Waldbaden è un’esperienza che riduce lo stress, stimola la produzione di cellule NK, rafforzando il cuore e il sistema immunitario, attenua gli sbalzi di umore e i disturbi del sonno, favorendo il rilassamento e la capacità di concentrazione.

Una guida esperta porta i partecipanti a immergersi nella natura del bosco, respirando a pieni polmoni e prendendo conoscenza di ogni albero, muschio e arbusto.

Climatoterapia alla Cascata di Parcines

Un’altra esperienza fortemente rigenerante è la Passeggiata climoterapeutica alla Cascata di Parcines, comune confinante con Rablà. La climatoterapia sfrutta i fattori climatici e meteorologici a scopo terapeutico. Il ricorso mirato all’aria fresca, al vento e al sole aiuta, anche in questo caso, a rafforzare le difese immunitarie e anche a combattere le malattie croniche della pelle e delle vie respiratorie.

In particolare, il microclima che caratterizza l’ambiente di una cascata alimenta fattori stimolanti che creano condizioni ideali per il raggiungimento di tali obiettivi, come anche dimostrato da una ricerca condotta dall’Università della Scienza e della Tecnica di Monaco di Baviera, nel 2015. L’escursione dura circa 2/3 ore, per 400 metri di dislivello, concludendosi su un paesaggio davvero unico, quello della fragorosa cascata.

Queste due esperienze sono state incluse in un’offerta unica, pensata e proposta dall’Hotel Hanswirt, un albergo che affonda le sue origini addirittura nel lontano 1357, e che da allora appartiene alla famiglia Laimer, che con cura e passione ha trasformato nei secoli un’antica stazione di posta della Via Claudia Augusta, in un raffinato Resort da 22 suite.

Oggi come allora, l’Hotel Hanswirt sorge in una posizione strategica, tra l’elegante burgraviato, con epicentro la bella città di Merano, e la tradizionale Val Venosta. Uno spazio nello spazio: l’Hotel Hanswirt colpisce innanzitutto per l’ampio volume a disposizione di ciascun ospite in ogni parte dell’albergo; dalla zona Wellnes ai giardini all’aperto, dalle sale ristorante alle aree relax.

Non si ha mai la sensazione di essere troppo vicini ad altre persone, anche quando le 22 stanze sono al completo. Il tutto in una cornice unica come le montagne che circondano quest’area, incastonata tra le vette del Parco naturale del Gruppo di Tessa e le cime delle montagne venostane, fino a lambire l’inizio della Val Senales.

INFO A QUESTO LINK

Leggi anche

ALTRI ARTICOLI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img

Ultimi Articoli