venerdì, Gennaio 21, 2022
8.1 C
Roma
spot_img
spot_img
HomeARTE E CULTURACivita di Bagnoregio esalta la sua magia con il Presepe Vivente

Civita di Bagnoregio esalta la sua magia con il Presepe Vivente

La magia del presepe vivente in uno dei borghi più belli d'Italia, tra arte, storia, natura e religiosità

Appuntamento a Santo Stefano, il primo dell’anno e il 2 e 6 gennaio, a Civita di Bagnoregio, quando il borgo mostra tutto il suo fascino per una sacra rappresentazione vivente tra le più affascinanti d’Italia. Un modo per valorizzare un luogo unico, che non deve e non dovrà essere mai una “città che muore”

Civita è una frazione del comune di Bagnoregio, in provincia di Viterbo, nel Lazio, facente parte dei borghi più belli d’Italia, famosa per essere denominata “La città che muore”. Un luogo di un fascino unico, capace di coniugare bellezza e fragilità ed esempio vivente del concetto di resilienza. Il suo essere fragile aggrava la necessità di una manutenzione costante, con diverse aree del borgo che richiedono di essere sistemate e riqualificate e l’esigenza di un sistema di cartellonista che guidi i visitatori alla scoperta del borgo. Per questo Civita di Bagnoregio è uno dei Luoghi del Cuore FAI, la campagna nazionale del Fondo per l’Ambiente Italiano nata per far conoscere e riqualificare i luoghi d’Italia da non dimenticare.

Il borgo è abitato da una decina di persone e situato in posizione isolata, raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale in cemento armato costruito nel 1965. Il ponte può essere percorso soltanto a piedi, ma recentemente il comune di Bagnoregio, venendo incontro alle esigenze di chi vive o lavora in questo luogo, ha emesso una circolare in cui dichiara che, in determinati orari, residenti e persone autorizzate possono attraversare il ponte a bordo di cicli e motocicli.

Durante le festività natalizie Civita di Bagnoregio offre il suo fascino e la sua magia per rappresentare lo spirito più vero del Natale. Nei giorni 26 dicembre 2021 e 1, 2 e 6 gennaio 2022, dalle ore 16,30 alle ore 19,00, si rinnova l’emozione del Presepe Vivente, una manifestazione che attira nel piccolo borgo decine di migliaia di persone ogni anno.

L’organizzazione è curata dal Comitato Croce Rossa Italiana di Bagnoregio e Lubriano, con il patrocinio del Comune di Bagnoregio, con l’obiettivo sociale di acquistare un mezzo per il trasporto dei disabili e delle persone fragili.

Durante la sacra rappresentazione l’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune e dove il tempo sembra essersi fermato, circondato dal panorama mozzafiato della Valle dei Calanchi. Viva è la sensazione di essere andati indietro nel tempo. Scene diverse che, come in un mosaico, ricostruiscono i giorni della nascita di Gesù. Il suq arabo, il castrum romano, Erode, le residenze nobiliari, la tribù beduina, gli artigiani al lavoro, i magi, i pastori, il lazzaretto e naturalmente la Natività. Un intreccio di colori, emozioni, bellezza. Un’irrinunciabile occasione per vivere un evento straordinario e assolutamente unico nel suo genere.

Abbiamo voluto immaginare e organizzare un Natale di ritorno alla normalità, nonostante la situazione pandemica purtroppo non sia ancora risolta. Con l’impegno di tutti, grazie al rispetto delle disposizioni anti Covid-19, possiamo convivere con il virus e cercare di vivere nella normalità le feste. Con grande gioia, grazie al nostro comitato di Croce Rossa, stiamo lavorando alla realizzazione del presepe vivente e dall’8 dicembre e fino al 9 di gennaio avremo a piazza Sant’Agostino i Mercatini di Natale”. Così il sindaco di Bagnoregio Luca Profili.

Per ogni informazione

E-Mail: bagnoregio@cri.it; Telefono: 3335734724

ALTRI ARTICOLI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Articoli

spot_img