venerdì, Gennaio 21, 2022
8.1 C
Roma
spot_img
spot_img
HomeNATURACannes, un museo subacqueo per dare rifugio alla vita del mare

Cannes, un museo subacqueo per dare rifugio alla vita del mare

Cannes, non solo la città dell’arte e del cinema. Ora ha un motivo in più per un bel viaggio dal sapore “grandeur”. Ha un museo sott’acqua dove le sculture servono a dare rifugio alla vita che anima i fondali

La città francese di Cannes ha messo in pratica una bellissima idea, originale e affascinante: un museo d’arte sottomarino con l’obiettivo di tutelare la fauna marina. L’onirico museo si trova a largo dell’Île Sainte Marguerite e, in pratica, comprende, sei sculture di volti dall’altezza ciascuna di due metri. Una sorta di Isola di Pasqua sott’acqua che, immaginiamolo per un solo momento, che meraviglia può essere aggirarsi tra queste figure nel seilenzio degli abissi.

Le sculture sono opera dell’artista inglese Jason deCaires Taylor che per realizzare la particolare installazione ci ha messo quattro anni. Le sculture sono posizionate ad una profondità di 3 metri e pesano una decina di tonnellate ciascuna. Oltre a creare un nuovo affascinante punto per le immersioni nell’area, si spera, appunto, che possano funzionare come “attrattiva” per flora e fauna marina.

Cannes, le maschere un “simbolo” dell’Île Sainte Marguerite

Le maschere sono legate alla storia dell’dell’Île Sainte Marguerite, per Le Fort Royal, luogo dove fu imprigionato “L’uomo con la maschera di ferro” nel XVII secolo. Prima di depositare le maschere sott’acqua, sono state rimosse dalla zona vecchie strutture marine, spazzatura, tubi,cavi e altri materiali, un’occasione, insomma, per bonificare e “sanificare” tutta l’area tramite l’arte.

Ciascuna scultura è stata create. usando del cemento atossico e sostanzialmente fungono da barriere coralline artificiali. Un progetto che diventa parte dell’intero ecosistema locale. Il cemento marino è estremamente resistente, con una consistenza ruvida che facilita alle larve coralline di attaccarsi e crescere. Ci sono anche angoli e nicchie buie formate dalle pieghe dei vestiti che offrono dimora a pesci e crostacei

Le sculture sono state trasportate al sito trascinandole con una barca e messe in posizione da sub con l’aiuto di gru. Adesso che sono state posizionate, gli amanti dello snorkeling e delle immersioni potranno nuotare tra le sculture e farsi avvolgere dai pensieri e dalle sensazioni misteriosi che, senza dubbio, scaturiranno da quei momenti.

L’eco museo è del tutto gratuito. Si paga solo il traghetto per andare a Sainte Marguerite. Al porticciolo si prosegue per una ventina di metri fino al Residence Grand-Jardin dinanzi a Saint-Honorat. Una volta dismessi gli abiti da spiaggia, ci si immegere e si nuota per una ottantina di metri. Pronti a farsi avvolgere dai sei volti che avranno parecchie cose da sussurrarvi.

Leggi anche

ALTRI ARTICOLI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Articoli

spot_img